Voce ai praticanti

Lo scorso anno chiesi agli iscritti dei miei corsi di Qigong di descrivere con le loro parole il senso della pratica. Non tutti sono diventati praticanti di Qi Gong ma l'esperienza fatta è stata significativa. Il lavoro diventa più impegnativo man mano che si prosegue, quando sono i dettagli della postura ad essere ripresi ed approfonditi per aumentare il livello di sensibilità e rendere la pratica pienamente efficace.

Perchè iscriversi ad un corso di Qigong: 

"Sono stata informata da un amica biologa della pratica di qigong ed ho provato, l’ho trovata molto interessante anche perché la prima sensazione è stata quella di leggerezza sia fisica che mentale. L’attività mi aiuta a correggere la postura, a stare in equilibrio, a scaricare i pensieri ossessivi, a ricaricarmi e a mantenere un buon controllo dello stress fisico e psichico emotivo Ho imparato a scaricare le tensioni e a distinguere ciò di cui veramente vale la pena occuparsi e ciò che invece è meglio farsi scivolare di dosso"

"Mi sono avvicinata ad una meditazione di medici vietnamiti e loro facevano qigong e mi sono interessata molto. Ho iniziato ed è una disciplina bellissima. Trovo molto equilibrio e la cosa mi serve molto"

"Ho iniziato per motivi di ansia e stress. Mi rilassa e mi dà beneficio. Ho i battiti del cuore che mi dicono che sono rilassato. Ho provato con altro ma non ho gli stessi risultati"


"Ho iniziato il Qigong perché è un tipo di attività-pratica che conosco e che trovo efficace per le articolazioni, l’equilibrio, la focalizzazione-concentrazione, il rilassamento e il benessere generale. Di interessante in questo insegnamento ho trovato la sensazione di contatto con il corpo e di essere presente a me stessa"